Bonus affitti per le imprese, come funziona?

BONUS AFFITTI, CHE COS’È’?

l bonus affitti è un credito d’imposta del 60% del canone di locazione degli immobili ad uso non abitativo per botteghe e negozi e del 30% del canone dei contratti d’affitto per le imprese.

A CHI SPETTA IL BONUS?
Possono usufruire di questo bonus tutte quelle imprese che hanno subito perdite economiche durante il lockdown in particolare tutte quelle attività che hanno avuto una diminuzione del fatturato di almeno il 50% nei mesi di Marzo, Aprile e Maggio.

Il bonus è riservato  a tutti coloro che svolgono attività d’impresa i cui ricavi o compensi, registrati nel 2019, non siano stati superiori  ai 5 milioni di euro, sono esclusi da questa limitazione le attività alberghiere o agrituristiche.

REQUISITI

– I ricavi durante il 2019 non devono essere superiori a 5 milioni di euro

Le strutture alberghiere e agrituristiche possono richiedere il bonus a prescindere dal volume di ricavi e compensi registrato nel 2019

– Il canone per i mesi di Marzo, Aprile e Maggio deve esser stato corrisposto per ciascuno dei mesi. In caso di mancato pagamento, non sarà possibile accedere al credito d’imposta.

COME SI PUO’ USARE IL CREDITO D’IMPOSTA?

E’ previsto che il credito d’imposta possa essere usato in tre diverse soluzioni:

a compensazione: L’utilizzo in compensazione del credito d’imposta è possibile tramite modello F24 da presentare esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, deve essere indicato il codice tributo “6920”, chiamato “Credito d’imposta canoni di locazione, leasing, concessione o affitto d’azienda – articolo 28 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34”

nella dichiarazione dei redditi: relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa;

– mediante
 la cessione: è possibile cederlo al locatore, al concedente o ad istituti di credito fino al 31 dicembre 2021